Yesbook

Yesbook
Yesbook2020-02-25T23:25:10+00:00

Yesbook è da sempre il nostro diario di bordo, il “social network” di casa Tempus Fugit: qui è possibile comunicare e confrontarsi liberamente sulla band che amiamo è più in generale sulla musica.  La netiquette (educazione) è l’unico requisito richiesto per farne parte.

 

Scrivi un nuovo messaggio sul guestbook

 
 
 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
È possibile che il tuo commento sia visibile nel guestbook solo dopo averlo esaminato.
Ci riserviamo il diritto di modificare, eliminare o non pubblicare i commenti.
2937 messaggi.
mauryes68 mauryes68 pubblicato il 4 Agosto 2017 alle 12:22:
Nuovo album dei World Trade di Billy Sherwood in uscita oggi!!! Non male per chi apprezza il gruppo in questione che si ispira agli YES periodo Rabin!!!
mauryes68 mauryes68 pubblicato il 2 Agosto 2017 alle 8:24:
Geoff e Billy stanno pubblicando piccoli filmati del set stage del prossimo tour. Da quello che ho capito stanno provando negli studi delle TAIT TOWERS di MiKe Tait (vecchia conoscenza degli YES e dei Fan!!) a PHILADEPHIA!! . Palco mi pare molto bello ( tipo quello del tour di tales) e le tastiere sono al centro con le 2 batterie ai lati (quella di alan a dx e quella di Dylan sx). Pozizionati un po' pià avanti Steve a sx , JonD al centro e Billy a DX. La batteria di Alan ha il LOGO di YES di roger dean sulla gran cassa (quello di Fly From Here) e quella di DYLAN ha il logo del primo album. La batteria di Dylan è più contenuta (un po' come quella del primo Bruford). Al momento riserbo sui pezzi anche se dicono che ci saranno delle sorprese. Siccome è un festival con 3 band (Palmer, Rundgreen e YES) non credo che possano suonare molto (1 ora e 45 credo) quindi dovranno selezionare brani di media lunghezza. Credo che da Tales suonino Leaves (Revealing penso sia troppo lunga) e da relayer la solita SOON anche se qualcuno ipotizza una To Be OVer acustica...staremo a vedere. Steve ha portato la chitarra portoghese quindi o suono All Good People oppure Wonderous...tra un paio di giorni lo sapremo!!! Steve è molto attivo per quanto riguarda il 50esimo anniversario. Sta tenendo contatti con la Warner (magari per qualche cofanetto)!!! Del resto la " ditta " YES è nelle sue mani e in quelle di ALAN!!! Prossimo anno ci sarà da divertirsi...spero!!! YESSALUTI 🙂
Ezio Ezio pubblicato il 1 Agosto 2017 alle 22:10:
Anch'io ero presente a Schio, concordo con Gates sulla durata del concerto; secondo me comunque è l'unico appunto, che si può fare perchè la qualità della musica (e del canto!!) è stata altissima. Trovo invece veramente un po' deprimente l'uso eccessivo delle precauzioni per la sicurezza. E' vero che una maggiore attenzione di questi tempi, purtroppo, è necessaria ma sarebbero utili anche intelligenza e un po' di buon senso: davvero qualcuno pensa che il concerto sia più sicuro sequestrando gli spray per le zanzare?
Gates Gates pubblicato il 30 Luglio 2017 alle 11:34:
E grazie grazie grazie per i'awaken dello YesBook!
Gates Gates pubblicato il 30 Luglio 2017 alle 11:12:
Presente a Schio e salutati in velocità alcuni autorevoli personalità di Tempus Fugit. Poi purtroppo sono scappato veloce, che nemmeno Jon e Wakey... Che dire? Ha ragione Maury su Jon: solo un essere di origine divina puó recuperare voce e salute in quel modo! Veramente in formissima, data l'etá! E un Jon così riscalda il cuore dei vecchi fan. Rick non sbaglia mai un tasto, e bravo a tenersi addosso il mitico mantello, con quel caldo. Band solidissima, Pomeroy al basso senza problemi nel ruolo di Chris, con una Heart of the Sunrise tiratissima ed emozionante. Rabin? Grande chitarra rock e molto bene nei suoi brani, ho molto goduto Changes e Hold on, pure Cinema bellissima. Mi é piaciuta la nuova intro che si sono inventati per Awaken, che peró continuo a preferire suonata da YesHowe. Nota dolente: il taglio netto di.3-4 brani dalla solita scaletta! Se una band va in tour con il nome Yes, non può proporre un concerto di un'ora e 40 si e no, inclusa Owner che sarà durata 15 minuti almeno! Sbaglio? Per tacere del rispetto ai fan, vecchio ma sempre paganti.Aspetto tempi migliori, auspicabilmente con mega tour per celebrare degnamente i 50 anni di questo gruppo e della loro musica immortale.
Stefano Stefano pubblicato il 29 Luglio 2017 alle 17:45:
Bentornato allo yesbook! Ce n'era bisogno e se ne sentiva la mancanza. Già vi siete scatenati con delle news piacevoli... Continuate così!
mauryes68 mauryes68 pubblicato il 28 Luglio 2017 alle 18:42:
Bravi anche a Schiò!!!! Anderson in forma smagliante che dimostra ancora una volta la sua discendenza DIVINA!!!! Per questioni di date ravvicinate (il giorno dopo hanno suonato in Francia) hanno ridotto il set di 4 canzoni e mezzo (se contiamo l'inutile solo di batteria). Peccato perchè per l'ennesima volta l'Italia è stata penalizzata. Bastava iniziare alle 21. Mi lamento perchè i pezzi non suonati sono stati I'Ve seen All good people, Long Distance, the Fish e Lift me up (con solo di batteria)!!! E ovviamente spiace non ascoltarli!! Per il resto bel concerto e come ho già scritto GRANDE JON!!!! Tutto sommato poche persone (mi aspettavo di più) ma è sempre bello incontrare YES FAN per fare qualche discorso (mangiando pizza e bevendo birra)!!!! Dopo il concerto abbiamo raggiunto l'Hotel dove dalloggiavano i Nostri e un disponibilissimo Trevor si è concesso per foto e autografi (gli altri erano già a nanna)
Alius Alius pubblicato il 28 Luglio 2017 alle 10:14:
Gran bel concerto al Rocce Blues Festival di Arbatax... grandi Yes o meglio Yes feat. ARW!
mauryes68 mauryes68 pubblicato il 27 Luglio 2017 alle 17:48:
Da quello che ho capito hanno trovato un documento antecedente all'ultimo periodo (dove il nome era di Steve, Chris e Alan) dove il nome era stato depositato da Steve, Alan, Jon e ovviamente Chris!!! Poi la " ditta" YES è sempre di Steve , Alan, Chris (quindi ora Scotty) e pure Geoff (in piccola parte). Dalla " ditta " era uscito Rick nel 2004 (stato liquidato) e Jon nel 2008 (liquidato). In ogni caso cambia poco. Probabilmente mettere YES davanti a featuring ARW porta più spettatori che senza...non sono in grado di quantificare i vantaggi!!! Tanto chi va a vedere YES e ARW sono sempre gli stessi! Steve sta lavorando con la Warner per il qualche uscita il prossimo anno...forse qualche cofanetto!!!Il logo di ROger Dean è di Roger e Steve quindi non può essere usato!!! Soliti casini degli YES che a me , come fan, possono importare poco!!! Non mi frega niente se e chi si merita di chiamare YES. Del resto ci sono i Goblin di Simonetti e i Goblin Rebirth di Pignatelli/ Marangolo!! A me , come sound, piacciono di più i secondi ma altri possono preferire i primi. Amen!!! La trovo una belinata cambiare in corsa il nome da ARW a YES featuring ARW!!! Come se Blackmore forma un gruppo con Hughes e COverdale e si decide di chiamarlo Deep Purple Feautirng Balckmore ecc... !! spero solo che ora le cose le facciano seriamente!!! Io posso solo andare ad ascoltari...finchè mi faranno divertire!!!
Daddayes Daddayes pubblicato il 27 Luglio 2017 alle 17:33:
Grande Maury, avevo intuito le novità consultando yesworld.com, ma mi era sfuggito l'ingresso di Dylan...tutto questo clima ci fa davvero di tornare indietro nel tempo, periodo Union. Una curiosità che non ho compreso bene...ma ARW si son presi il nome YES così improvvisamente oppure hanno trovato un accordo con gli altri dopo la rock and roll of fame di Aprile? Chiedo questo perché ho trovato curioso che dopo quell'evento ci sia stato il cambio ARW con YES feat ARW....quindi ho pensato ad un sereno accordo tra le parti, in vista di una mega reunion per il 50°. Dite che son troppo ottimista?
mauryes68 mauryes68 pubblicato il 27 Luglio 2017 alle 16:57:
Novità importanti!!!! A breve gli YES inizieranno il tour estivo dal nome YESTIVAL ( con Todd Rundgren e Carl Palmer band di supporto). Le novità di non poca importanza sono 2: 1. set list con 1 pezzo per ogni album da YES a DRAMA!!! 2. L'ingresso nella band di Dylan Howe!!!Il figlio di Steve (bravo batterista dal tocco Jazz) aiuterà il Buon Alan White dietro i tamburi solo che a differenza dello scorso anno dove Alan si alternava a Jay Shellen, questa volta ci saranno entrambi i batteristi sul palco!!! Era dal 1991 che 2 batterie non erano sul palco degli YES. La cosa può solo giovare e sinceramente era quello che dicevo a qualcuno di voi durante il concerto di ARW a Schio!!! Alan è stato operato alla schiena e non riuscirà più a suonare un set completo!!! L'ingresso di Dylan (forse solo per i concerti) gioverà sicuramente alle esecuzioni e potranno affrontare nuove sfide come l'esecuzione di Relayer (questo lo spero io) !!! Il prossimo anno ci sarà il 50° anniversario e Steve e Alan stanno già lavorando a questo....sicuramente ARW non staranno a guardare...!!! Speriamo di vedere le 2 band dal vivo il prossimo anno anche se il mio sogno è una formazione con Jon, Steve, Alan, RIck (se vuole) Billy Sherwood e Dyalan Howe!!! E pure Trevor...ma la vedo dura...solo che con gli YES non si può mai dire!!!
maurye maurye pubblicato il 27 Luglio 2017 alle 16:56:
Grande Sandro per il ripristino!!!!
Daddayes Daddayes pubblicato il 27 Luglio 2017 alle 14:10:
Ciao a tutti, finalmente lo YESBOOK è nuovamente attivo....ci scusiamo tanto per il disguido! Ora sotto coi commenti, ci sono tante cose a raccontare 🙂
Daddayes Daddayes pubblicato il 18 Maggio 2017 alle 8:28:
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: a causa di un attacco pishing sullo YESBOOK abbiamo dovuto oscurare il sito per un lungo periodo, oltre un mese, causa mancanza di tempo non potevamo intervenire immediatamente. Il codice RECAPTCHA da inserire evidentemente era obsoleto e quindi non efficace a fine di protezione. Come vedete lo stiamo aggiornando ma non è ancora possibile scrivere, a breve tornerà tutto a regime…nel frattempo almeno abbiamo arrestato gli attacchi. Restate connessi e ne approfittiamo per scusarci del disguido, siamo molto dispiaciuti perché con gli ultimi eventi, rock n roll of fame, tour etc. ci sarebbero state tante cose da raccontare e di cui dibattere…ma avremo modo di recuperare 🙂
Daddayes Daddayes pubblicato il 8 Aprile 2017 alle 13:02:
Vi racconto la mia data ARW di Bruxelles, lunedì 27 marzo. Verso le 18 passeggio per il centro città nella zona vecchia, con l'intento pian piano di recarmi al Cirque Royal, luogo dell'evento. Passando davanti ad un Albergo, non troppo distante dal mio, noto un movimento di auto e barriere che mi fanno pensare "secondo me i ragazzi son qua!!". Il concerto: carino, a tratti emozionante, sulla set list c'è poco da dire...è sempre quella, ormai nota...credo che siamo tutti d'accordo sul fatto che sarebbe stato meglio inserire qualche pezzo in più del periodo Rabin e discapito dei classici, ma va bene uguale, ci accontentiamo. Il buon Trevor, a me è sempre piaciuto, fa un sontuoso scazzo sull'attacco di Changes (paradossale, un suo pezzo)...è documentato su youtube, qui > https://www.youtube.com/watch?v=nUuBFVPF7xA <. Ora dirò un'oscenità che farà ribaltare i conservatori: onestamente preferisco ascoltare Rabin cimentarsi nel repertorio classico rispetto ad Howe nel periodo Yeswest..almeno lui ci prova. Tranquilli, rimetto le cose a posto affermando con certezza che Steve Howe è INSUPERABILE!! 🙂 Mi rendo conto che la musica degli Yes, almeno quella classica, non può prescindere da Wakeman, anche se in versione "normal", il suo mantello comunque vale il prezzo del biglietto!! Anderson brillante, in forma...qualche anno fa ero certo che non l'avrei mai più visto così...sembra pronto per la grande reunion…Louis Molino è il sosia di Tony Levin (come viso), Lee Pomeroy onora il GRANDE Chris ( lo scimmiotta un po' durante l'esecuzione di The Fish, ma in maniera simpatica, Chris avrebbe apprezzato). The day after: verso le 12 ripasso davanti all'hotel citato precedentemente, un po' per caso...un po' no...ed ecco li i ragazzi, in partenza per Utrecth, in cui la sera stessa avrebbero concluso il tour europeo. A parte Rabin e Molino son già tutti in auto (per la precisione un mercedes furgonato e un'auto al seguito)...Anderson fa un po' impressione: porta una maschera sul volto, tipo quelle che indossano gli abitanti di Pechino per il troppo inquinamento, su cui versa delle gocce tipo omeopatiche, quanto è "Fragile" il nostro Divino, penso tra me e me....mi fermo a scambiare due parole con Rabin, è gentile, sorridente e disponibile, stretta di mano...scherziamo sulla bellissima giornata (in effetti sembrava di essere in giugno), gli chiedo se l'anno prossimo ARW verranno in Italia, la sua risposta non lascia molte speranze, smentendo di fatto quanto detto da Wakeman un mese prima a Trento....ma non dispero, potrebbe non aver compreso il mio inglese maccheronico. Ci salutiamo...si parte!!!
stefano stefano pubblicato il 14 Marzo 2017 alle 22:01:
Che bei momenti... e soprattutto come si divertivano! All'inizio, il "sound check", è fantastico! I link naturalmente... https://www.youtube.com/watch?v=0p-7pArU1Zg
stefano stefano pubblicato il 14 Marzo 2017 alle 21:59:
Che bei momenti... e soprattutto come si divertivano! All'inizio, il "sound check", è fantastico!
Eddy Eddy pubblicato il 6 Marzo 2017 alle 17:21:
Grazie mille, ovviamente intendevi scrivere Jay, comunque ho capito chi è e vorrei sapere come se la cava con il repertorio YES. Comunque se le cose stanno così è proprio il caso di dire Long live YES e Longo live Rock (The Who) perché potrebbero riproporre qualsiasi disco per una vita eterna.. mi piacerebbe riascoltare Talk o addirittura Union e Open your eyes : ebbene sì io sono quel tipo di fan che adora Tales e tutti gli altri album classici ma mi piacciono anche gli ultimi due precedentemente citati anche se criticati a volte dagli stessi Yes. In sostanza io i loro dischi li ho tutti e mi piacciono indistintamente tutti tanto è vero che li ascolto praticamente a rotazione, per cui li amo veramente tutti. Grazie ancora e a presto (see you soon). Eddy
Alius Alius pubblicato il 6 Marzo 2017 alle 14:32:
Il sesto Yes è Ray Schellen, che si alterna alla batteria con Alan White. Quest'ultimo è reduce da grossi problemi fisici e non può suonare per l'intero set.
EDDY EDDY pubblicato il 6 Marzo 2017 alle 10:22:
Ragazzi devo risolvere un rebus: mi è stata mandata su whatsapp un foto della fine del concerto che gli YES hanno fatto a DALLAS in febbraio e in cui si inchinano davanti al pubblico ma la foto è sfuocata però si vede chiaramente (perché gli ho contati) che sul palco sono in 6 e non in 5. Quindi il rebus che mi tormenta è il seguente: chi era il sesto yes ? Forse era Roger Dean ? Non ho idea, qualcuno lo sa ? Thanks in advance !!